SELECT LANGUAGE

Merano Wine Festival con “i Desideri”

Merano Wine Festival con “i Desideri”

L’idea del biscotto longobardo nasce da una riunione congiunta  fra Comune di Brescia, Colli dei Longobardi Strada del Vino e dei Sapori, Consorzio Pasticceri Artigiani di Brescia e Fondazione Brescia Musei. A quel punto si è generata una sinergia fra le parti che ha creato i presupposti di “legare” storia e prodotto dolciario, in modo che i pasticceri potessero elaborare una ricetta che ricomprendesse materie prime presenti nelle abitudini alimentari longobarde. Infatti attraverso una ricerca storica è stato possibile comprendere il percorso da intraprendere e dalle fonti documentali si è riscontrato che i Longobardi per i loro dolci utilizzavano spesso frutta secca spontanea (castagne, noci, nocciole), perché costituiva un’importante fonte energetica. Nascono così “I Desideri”, biscotti dal delicato impasto che unisce burro, uova, zucchero, aromi e farina di castagne che, oggi come allora, garantisce un importante apporto nutritivo, oltre che un profumo caratteristico, controbilanciato dall’aggiunta di sale.

I biscotti riprendono il nome dall’ultimo re longobardo, Desiderio, che è stato declinato al plurale per essere utilizzato in una funzione narrativa, nella quale “I Desideri” diventano un omaggio speciale dedicato dal re alla Regina Ansa, sua amata sposa. È stata infine ideata una illustrazione ad hoc dall’artista Levente Tani, che già aveva realizzato diverse tavole per il sito Unesco longobardo, in cui è rappresentato Re Desiderio che porge in omaggio un biscotto alla Regina Ansa. Un breve racconto, unito alla riproduzione grafica, sono quindi diventati parte integrante dei cartoncini che accompagnano questo originale e gustoso prodotto da forno nel quale anche si trovano i valori nutrizionali e una breve analisi di una dietista/ nutrizionista.

Il Biscotto Longobardo, affronta così il primo “viaggio” al di fuori della provincia di Brescia, giungendo al “Merano Wine Festival”, dove sarà presente all’interno dello stand gestito da Colli dei Longobardi Strada del Vino e dei Sapori con ASCOVILO (Associazione dei Consorzi del Vino della Lombardia) dal 4 al 7 Novembre 2022.

“La nostra presenza ad una fiera così importante – afferma Flavio Bonardi Presidente di Colli dei Longobardi – conferma come questo semplice biscotto possa essere un testimonial del territorio bresciano. Per noi è una grande soddisfazione essere presenti ad una Fiera importante come quella di Merano, che permetterà di fra conoscere i prodotti ed il territorio che afferisce alla nostra Strada del Vino e dei Sapori. Il Merano WineFestival non è solo degustazione, ma anche un’occasione di incontro tra produttori e un pubblico esperto composto da importatori, giornalisti, influencer e wine&food lover. I “nostri” biscotti sono disponibili in tutte le pasticcerie della città di Brescia e della provincia aderenti al Consorzio Pasticcieri Artigiani di Brescia ma l’obiettivo è di esportarli anche nelle altre località italiane che oggi fanno parte del sito seriale “Longobardi in Italia e perché no farli conoscere in tutto il nostro Paese”.”

“L’idea di un “dolce longobardo” per celebrare il decennale del riconoscimento Unesco del sito seriale “Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” è stata valutata con entusiasmo dai soci – afferma Luigi Groli Presidente del Consorzio Pasticceri Artigiani – .Già da alcuni mesi lo stiamo producendo con grande soddisfazione della clientela che apprezza il sapore e la consistenza. In attesa di presentare il dolce che il prossimo anno “accompagnerà” Brescia Bergamo Capitale della Cultura, i Desideri sono elementi distintivi della tradizione dolciaria bresciana”.

“Non solo non è vero che con la cultura non si mangia, ma aggiungerei anche che, a volte, la cultura si mangia”  così la Vicesindaco e Assessore alla Cultura di Brescia Laura Castelletti, che spiega: “E’ solo un piccolo e divertente paradosso, ma mi piace sottolineare come questo prodotto di pasticceria sia il risultato anche di ricerche sugli ingredienti tipici dell’epoca longobarda e delle zone su cui gravitano i sette siti del nostro percorso UNESCO. All’unicità delle testimonianze architettoniche del sito abbiamo voluto affiancare questo originale biscotto, a sua volta frutto di una rete di collaborazione tra diverse professionalità: un bel modo per aggiungere dolcezza al ricordo che ogni visitatore – e saranno certamente molti nel 2023 – potrà portare con sé dopo aver visitato Brescia e le sue vestigia longobarde.”

Lo stand si trova nella “Gourmet Arena” sulla Passeggiata Lungo Passirio a Merano nello spazio identificato con il numero RL1 (www.meranowinefestival.com).