SELECT LANGUAGE

Trattoria “Al Giasarol”

Via Ghiacciarolo, 52
25082 Botticino Sera (Brescia)
Telefono 030-2691663
Giorno di chiusura: Lunedì
E’ gradita la prenotazione

manda una mail
vai alla mappa

 

Il locale, nato probabilmente intorno al ‘400, è il risultato strutturale dell’avvicendarsi delle varie e diverse generazioni che vi hanno abitato e si presenta quindi ora diviso in due parti distinte: quella antica, adibita a sala ristorante e cantina, e quella moderna, in cui trova spazio una attrezzata e ampia cucina.

Per accedere alla sala ristorante si attraversa il dehors estivo dove trovano riparo, sotto il gazebo in legno, i tavoli per la stagione estiva.

Il ristorante si affaccia in maniera diretta sul bacino marmifero segnandone il confine e offrendo uno spettacolo insolito, particolare, a tratti malinconico, ma comunque affascinante, soprattutto al tramonto quando le cave, armai a riposo, offrono un curioso gioco di colori e riflessi che spaziano tra il rosa e il marrone.

La conduzione attuale nasce nel lontano 1993 come classica osteria Bresciana: oggi il percorso formativo, non ancora conclusosi, è sostenuto dal giovane Chef Fausto Casati e mira soprattutto alla selezione delle materie prime per arrivare al piatto finito solo dopo un’ attenta lavorazione artigianale ( quindi attraverso una lavorazione manuale) che ne esalti le peculiarità più intime:

si tratta cioè di una cucina semplice ma continuamente in movimento, vuole essere una cucina cucinata, che inizia ogni mattina mettendo a sobbollire il brodo: un esempio sopra a tutti è la selezione di una decina di tipologie di farine macinate a pietra ( tra cui Kamut e Monococco) dalle quali ogni giorno, impiegando lievito Madre, otteniamo diversi tipi di pane, grissini, biscotti, paste fresche, e frolle. Particolare orgoglio ci viene dalla lavorazione al bronzo della farina di semola dalla quale otteniamo i fusilli, i paccheri e gli spaghetti.

Con lo stesso entusiasmo viene condotto, da Savoldi Chiara, tutto il lavoro che riguarda il ricevimento e la sala, attraverso la gestione di una cantina molto ampia che spazia tra Italia e Francia senza mai essere banale e sempre offrendo valide e sconosciute alternative; interessante inoltre la selezione di Tè in foglia, l’offerta di due tipologie diverse di caffè, e l’ampia selezione di distillati: scelte, queste ultime, che ci hanno indotto, per coerenza, ad abbandonare il caffè decaffeinato, l’orzo e l’impiego di amari e infusi di natura industriale.

Ci preme inoltre segnalare che il locale è un punto di riferimento per la rivista eno-culturale “Porthos” di Roma, nonché socio onorario dell’associazione Artigiani nel Mondo.

Infinem, ci proponiamo anche per l’organizzazione e gestione di piccoli e medi eventi quali inaugurazioni, compleanni, e matrimoni, sia presso il locale che in location esterne.

Altre notizie….

siamo ubicati all’interno del territorio di Botticino, esattamente in via Ghiacciarolo, 52 e disponiamo di un ampio parcheggio che è, tra l’altro, punto di osservazione del bacino marmifero per i visitatori delle ” Vie del Marmo”;

  • nella nostra cantina, adeguatamente condizionata e umidificata, sono sempre presenti almeno due referenze di produttori locali, mentre nella carta dei piatti si fa esplicitamente riferimento alle produzioni locali, come, per esempio, il miele prodotto a Botticino; per quanto riguarda la freschezza naturale dei prodotti il ciclo delle stagioni è per noi da sempre l’orologio naturale che scandisce la ciclicità dei piatti proposti;
  • tutto il personale è qualificato da un titolo professionale e dotato di ampi strumenti e stimoli di continuo aggiornamento: periodiche riunioni per discutere le tecniche di preparazione e di servizio dei piatti, brevi stage esterni, nonché un’ampia Biblioteca di libera consultazione.
  • Il coperto, antica concezione per il quale l’Oste chiedeva ai propri ospiti un dazio per il consumo all’interno del locale delle vivande che gli stessi portavano da casa, non ha , per quanto riguarda la nostra realtà, più ragione di esistere: in carta e in ricevuta è presente un contributo fisso di 3 euro per il servizio e il consumo di acqua in quanto quest’ ultima non viene addebitata; è possibile inoltre, comunque, portare bottiglie da casa pagando un “diritto di Tappo” e viene offerto gratuitamente “il servizio di cantina” a tutti i clienti che ne facciano richiesta . Il servizio non è qualificato solo nella professionalità degli addetti, ma anche da una serie di attenzioni che caratterizzano la nostra filosofia, quali per esempio la Mise en Place , elegantemente curata anche per effetto del tovagliato stirato al tavolo, la scelta della musica ( presente anche nel vespasiano), attenzioni quali l’entreè o la piccola pasticceria con il caffè.