SELECT LANGUAGE

Palazzo Novello

PALAZZO NOVELLO

Via Tito Speri, 17‎

25018 Montichiari Brescia, Italia

Tel: +39 030 9650907

info@palazzonovello.it

Mappa.

Scarica la Brochure informativa.

BROCHURE PALAZZO NOVELLO

Palazzo Novello si trova in posizione centrale rispetto alle città di Verona, Brescia, Cremona e Mantova, a soli 20 minuti dal lago di Garda, tra le uscite dell’A4 di Brescia est e Desenzano del Garda (BS). Possibilità di parcheggio interno. Si propone come punto di partenza ideale per itinerari turistici, culturali, enogastronomici e visite guidate alle bellezze del lago di Garda, alle vicine città di Verona, Mantova, Bergamo e Cremona.

PALAZZO NOVELLO: uno scrigno prezioso nel cuore di Montichiari

Vi trovate nello storico nucleo di Borgo Sotto, da sempre noto per la presenza di edifici sei-settecenteschi caratterizzati da giardini e broli a ridosso delle pendici del colle di S.Pancrazio. Più precisamente Vi trovate in una delle dimore più prestigiose ed antiche di questa zona: Palazzo Pilati ora Palazzo Novello.

Sorto come modesta abitazione rurale nella prima metà del XVII secolo, viene poi trasformato progressivamente in dimora nobiliare nel corso del secolo successivo dalla Famiglia Guerrini e successivamente dalla Famiglia Pilati. I Pilati, documentati a Montichiari anche da un sigillo con il loro stemma (in araldica un giglio d’oro in campo blu tra due rastrelli d’argento), proseguono nello sviluppo dell’edificio che esternamente Vi appare con un lungo e severo prospetto. L’accogliente giardino fa da tramite tra l’esterno e il non meno suggestivo interno che Vi colpirà soprattutto avvicinandoVi all’ambiente che ospita lo scalone d’onore.

Attribuito all’architetto bresciano G. Turbini e impreziosito da lesene in stucco con capitelli e da un soffitto ligneo, è incentrato sulla rampa centrale delimitata da un’elegante ringhiera di colonnine in pietra che porta alla base di un grande affresco raffigurante la lotta di Ercole con il leone di Nemea. Alzando lo sguardo potrete ora apprezzare l’affresco, molto ben conservato, in cui un vecchio e stanco Ercole sorretto da una figura alata e senza la sua mitica clava viene accolto da Giove nell’Olimpo. Al piano nobile avrete inoltre l’occasione di visitare il Salone d’Onore con i suoi resti di affreschi, delimitati da uno zoccolo in finto marmo e candelabre.

Piccolo cenno storico: il palazzo ospitò nel periodo risorgimentale l’eroe bresciano Tito Speri su invito del suo tutore Giuseppe Pilati. Tito Speri fu uno dei protagonisti

Vi trovate quindi in uno scrigno di arte e storia, un connubio che fa da premessa ad un soggiorno di relax e cultura.