SELECT LANGUAGE

Azienda Agricola San Bernardo

di Botti Luigi e Enrico s.s.
Cascina San Bernardo, 30 – Poncarale
Tel. e Fax 030.2640344
www.aziendasanbernardo.it
info@aziendasanbernardo.it

Orario di apertura: dal lunedì al sabato 8,00-12,30 / 13,00-18,30
Parcheggio: ampio in cortile

manda un email
vai al sito

Locazione Azienda:

è situata al centro della collina Montenetto di Brescia, composta da due cascine, una dedita alla produzione e l’altra alla vendita. Quest’ultima era un monastero al 1400.
L’azienda dispone di ampio parcheggio e di una chiesetta consacrata a S. Bernardo aperta a tutti i visitaroti.

Restaurata l’antica chiesetta:

Si narra che nel suo lungo peregrinare San Bernardo si trovò a passare anche sul monte Netto, in quel di Poncarale, dove gli apparse Maria.
L’evento, raccontato di generazione in generazione, trova rappresentazione in un dipinto, una pala d’altare più precisamente, realizzato nel 1884 dal pittore Antonio Frinzoni, su commissione dei nobili Pietro e Giovanni Mazzola, per una piccola e graziosa cappella posta in una loro proprietà sul monte Netto, cappella poi dedicata proprio alla figura di San Bernardo.

Proprietà e luogo di culto sono stati recentemente acquistati dai titolari di un’azienda agricola di Poncarale, la “San Bernardo”, di Luigi ed Enrico Botti, produttori dal 1942 di Pinot, di Trebbiano e rosso Doc, che animati dal desiderio di riportare all’antico splendore quello che secoli fa fu certamente un luogo di culto molto frequentato, si sono messi all’opera, per quanto loro possibile, con spazzole e ramazze; a restauratori titolati hanno affidato i pezzi più importanti recuperati, nonostante il forte degrado, all’interno della chiesetta. Mani esperte, dunque, hanno curato quelle parti.

Francesco ed Ettore Botti non conoscono tempi e riferimenti sulla costruzione dell’edificio: l’unica data è quella incisa sulla campana della cappella, 1400

Si possono fare quindi solo delle ipotesi, ricavabili dalla struttura architettonica dell’edificio, dal portale e da altri elementi che sicuramente gli storici dell’arte potrebbero decifrare con facilità. Una ricerca più approfondita sarebbe auspicabile.

I Botti ricordano altresì che il luogo di culto è stato utilizzato sino a trent’anni fa circa e che poi è stato lasciato a sé stesso. Legati da affetto al luogo, così come molti altri nella zona, ne hanno voluto il restauro.

 

Produzioni:

Rosso doc capriano del colle
Trebbiano doc capriano del colle
Montenetto di Brescia Pinot
Montenetto di Brescia Novello
Spumante di qualità
Grappa di pura vinaccia
Rosso e bianco da tavola

mail